Navigazione veloce

NOI CON DON CIOTTI…

26 maggio, Teatro Manzoni di Busto Arsizio: incontro con Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera.


Ascoltare le parole di Don Ciotti è un privilegio; incontrarlo e potergli consegnare il frutto del proprio lavoro ancor di più. E quando il lavoro di cui si parla s’intreccia con la quotidianità scolastica e con la didattica curriculare, tutta la Scuola ne riceve beneficio.
Venerdì 26 maggio una delegazione importante del Liceo Candiani Bausch ha partecipato all’incontro cittadino: studenti e insegnanti si sono recati presso il Teatro Manzoni e hanno incontrato Don Ciotti.
La classe 4 Design Architettura ha affrontato un percorso didattico pluridisciplinare sul tema della legalità e dei beni confiscati alla mafia. Il progetto, dal titolo Dal letame nascono i fior, ha condotto i ragazzi all’incontro:
• con realtà alternative ormai note sul territorio come La Tela di Rescaldina –spazio sociale sorto in un bene confiscato;
• con la testimonianza di Dario Ferrari, componente dell’ex Commissione antimafia della nostra città;
• con l’impegno dei Socicoop per la legalità e a sostegno di Libera.
L’indirizzo Architettura, coordinato e guidato dalle docenti Graziella Clementi e Renata Soraci, ha approfondito l’attività misurandosi sul campo e realizzando progetti per un uso sociale di un bene confiscato della nostra città, collocato in via Quintino Sella.
I progetti della sezione Architettura sono stati esposti nel foyer del teatro proprio la sera dell’incontro con Don Ciotti e gli studenti hanno fatto dono di una raccolta dei loro progetti al fondatore di Libera.
All’incontro hanno partecipato anche i Tutor della Legalità che, coordinati e preparati dal prof. Gabriele Affettuoso, sono impegnati in un’attività di peer education presso l’I.C. Crespi di Busto Arsizio. I ragazzi hanno donato a Don Ciotti una borsa dedicata a Don Puglisi, Giusto contro la mafia, realizzata dai loro compagni di 3G coordinati e guidati dalla prof.ssa Matilde Diotisalvi.
I ragazzi della sezione Architettura parteciperanno ad un sopralluogo in via Quintino Sella per visitare l’edificio sequestrato che sarà oggetto di un concorso promosso dall’Amministrazione comunale, occasione ulteriore per dare visibilità e concretezza alle idee progettuali dei nostri studenti.

Visualizza  l’articolo della Prealpina sul sopralluogo in via Quintino Sella.

Fotogallery Foyer Manzoni

I progetti esposti:

Il Caffè Letterario e lo Spazio Espositivo  12

Lo studio di registrazione  12