Navigazione veloce

Celebrazioni del 25 aprile: le radici della libertà

24 aprile Flash mob delle classi 2-3-4 Coreutico e presentazione del murale del Parco Comerio a cura della 3 G2

image_pdf

Se il nazionalsocialismo avesse prevalso (e poteva prevalere) l’intera Europa, e forse il mondo, sarebbero stati coinvolti in un unico sistema in cui l’odio, l’intolleranza e il disprezzo avrebbero dominato incontrastati. (Primo Levi)

 

Inizieranno domani, 24 aprile, le celebrazioni per il 73° anniversario della Liberazione dal Nazifascismo organizzate dal Comune di Busto Arsizio con la collaborazione degli istituti scolastici e delle Associazioni. Il Liceo Candiani Bausch partecipa attivamente con le classi 3 G2 e 2 – 3 – 4 Coreutico.

Martedì 24 alle ore 10.30, nel cortile di Palazzo Gilardoni, sede del Comune, daranno inizio alle celebrazioni le classi del Coreutico, guidate dalle docenti Ilenia Logorelli, Siriana Spaziani e Ilaria De Santis, con il flash mob “Stand for freedom”. Dopo il saluto del sindaco Emanuele Antonelli e del presidente del consiglio comunale Valerio Mariani, nella sala del consiglio comunale Angelo Castiglioni è in programma un momento di approfondimento dal titolo “25 aprile: le radici della Libertà” con il coinvolgimento degli studenti delle scuole superiori  che presenteranno i lavori di ricerca svolti negli ultimi mesi: gli istituti coinvolti sono il Liceo Scientifico A. Tosi con “La voce degli insorti”, gli Istituti Paritari Olga Fiorini con “Tre volte 25 aprile: monologhi femminili sulla liberazione”, l’IPC Verri con “Nello spazio del museo partigiano di Busto Arsizio, la testimonianza di un protagonista della Resistenza cittadina, Giampietro Rossi”, i Licei Crespi con la presentazione dell’e-book “Nilde, Filomena, Angelina. Tre donne, tre storie, un’eredità, un futuro”, l’ITE Tosi con la drammatizzazione della novella Golia di Beppe Fenoglio.

La nostra 3 G2 indirizzo grafico, invece, seguita dalla docente Stefania Cattaneo, presenterà il restauro del murale dedicato alla Deportazione della Commissione interna Ercole Comerio, che si trova al parco Comerio, dove alle 9.30 del 25 aprile si ritroveranno le rappresentanze sindacali della Comerio e l’associazione Noi della Comerio per un momento di riflessione dedicato ai deportati. Il titolo dell’intervento dei nostri ragazzi è “Fare, Ricordare, Vivere” e vedrà la partecipazione anche della 2 Coreutico.

L’evento sarà ripreso e trasmesso in streaming sulla web TV del Comune. Il servizio di accoglienza del pubblico sarà svolto dagli alunni dell’indirizzo accoglienza turistica del Verri guidati dalla professoressa Franzè.

Mercoledì 25 aprile, a partire dalle 8.30, i consiglieri comunali e i rappresentanti delle Associazioni del Comune renderanno onore ai partigiani, ai caduti e ai deportati con la deposizione di corone ai Cippi e ai luoghi della memoria. Le celebrazioni proseguiranno in piazza Trento e Trieste, presso il Monumento alla Resistenza e Deportazione, in via Fratelli d’Italia e al Tempio Civico, dove alle 11.30 vi sarà la santa Messa dedicata ai Caduti.

Alle 9.30, come detto, presso il parco Comerio, il ricordo della seconda guerra mondiale si unisce alla commemorazione dei lavoratori deportati nei campi di concentramento tedeschi. L’Associazione “Noi della Comerio Ercole 1885”, vivrà quest’anno in modo speciale la ricorrenza, grazie all’impegno dei nostri studenti del Liceo Artistico che hanno realizzato il murale dedicato alla deportazione della commissione interna.

Pubblichiamo le foto della realizzazione dell’opera da parte della 3 G2, ai quali vanno i complimenti di tutta la scuola. Sfoglia la fotogallery:

L”augurio per tutti i nostri studenti coinvolti nelle celebrazioni è che la loro arte possa essere non solo occasione per mostrare al mondo il loro talento e la loro  creatività, ma anche per diffondere i valori di libertà e uguaglianza che sono alla base della nostra vita democratica.

Tutta la cittadinanza e la comunità scolastica dei Licei Candiani Bausch è invitata a partecipare alle iniziative.

Scarica la locandina

Scarica il  programma degli interventi delle scuole